Skip to main content

Giovanni è un ex imprenditore bresciano che, per molti anni, ha lavorato nel settore dell’edilizia.

Dopo il boom dei primi anni 2000, con fatturati che crescevano costantemente, è arrivata la terribile crisi dei mutui subprime del 2008/2009 e, con essa, i problemi per il nostro.

Infatti, da quel momento, l’imprenditore ha trovato sempre più difficoltà a trovare lavoro, a incassare quelle poche commesse che era riuscito a mantenere e, di conseguenza, anche a far fronte ai pagamenti.

Ma, stringendo i denti, è riuscito a salvare la faccia con i fornitori e i dipendenti, onerando tutti i suoi debiti.

Fino al 2018, anno in cui l’Agenzia delle entrate è arrivata a bussare alla sua porta, notificandogli un avviso di accertamento per quasi 200 mila euro, che si riferiva a diversi anni prima, quando, essendo in difficoltà, non aveva potuto avvalersi di un commercialista per poter contrastare quanto preteso dal Fisco.

Da quel momento per Giovanni il quadro si è fatto sempre più nero:

  • Come uscire da questa situazione?
  • Come poter pagare una somma così alta?

Le sue entrate erano, infatti, sempre meno, ridotte ormai a poche migliaia di euro ogni anno, fino alla chiusura definitiva, alla fine del 2019.

Ma questo non era l’unico suo problema…

Purtroppo per Giovanni, la scelta della forma societaria con cui operare la sua attività non è stata indolore.

Infatti, lavorando tramite una Ditta Individuale, si è esposto direttamente ai debiti derivanti dall’attività lavorativa, senza la protezione che offre, invece, una Srl (società a responsabilità limitata, appunto), mantenendo separati il patrimonio personale da quello della società.

La sua situazione era drammatica:

  • Senza più attività lavorativa
  • Con un debito di 200 mila euro con il Fisco, impossibili da stralciare
  • Con una casa di proprietà al 50% insieme al figlio

Come poter affrontare tutto questo?

Fortunatamente per lui, e per molte altre persone in situazioni simili, esiste una legge, la numero 3 del 2012, nella quale viene disciplinata la procedura da sovraindebitamento.

Questa procedura è stata voluta dal legislatore ormai molti anni fa, ma ancora poche persone (e pochi professionisti) la conoscono e sanno applicare, proprio per poter risolvere le situazioni difficili come quella di Giovanni.

Infatti, grazie a questa legge, si possono gestire i debiti, anche di importo assai elevato e derivanti da una precedente attività andata male, proprio come accaduto al nostro cliente.

Grazie all’assistenza e consulenza del nostro studio, Giovanni è stato accompagnato lungo il percorso previsto dalla procedura:

  1. prima è stata analizzata nel dettaglio la sua situazione
  2. poi è stato assistito davanti all’Organismo di composizione della crisi (OCC)
  3. e infine davanti al Tribunale e al Giudice che, dopo aver esaminato la situazione e il piano predisposto con l’ausilio del nostro studio, ha concesso all’imprenditore di beneficiare della procedura sul sovraindebitamento

Cosa significa tutto questo?

Che Giovanni, mettendo a disposizione una somma annuale (per la quale verrà aiutato dal figlio) e la sua quota di casa, potrà, dopo 4 anni, grazie al beneficio dell’esdebitazione,

  • pagare un debito pari al DOPPIO rispetto al suo patrimonio e
  • tornare libero e senza debiti.

Se anche tu sei in una situazione di sovraindebitamento e non sai come uscirne, sappi che ora, finalmente, una soluzione per questo problema esiste!

La legge sul sovraindebitamento

I benefici per te

– gestire i creditori

– evitare che ti aggrediscano, con aumento dei costi e creandoti ulteriori difficoltà

– pagare solo quanto riesci effettivamente a versare

– stralciare il debito rimanente

Se non riesci a pagare i tuoi debiti, contattami!

Diffida dei “consulenti” che vogliono venderti la “soluzione facile”, la bacchetta magica non esiste!

Lasciamelo ripetere: Non esiste nessuna bacchetta magica!

Quello che invece è reale e può aiutarti davvero ad eliminare i tuoi debiti è una legge.

Chi meglio di un avvocato può interpretare le leggi e usarle a favore del cliente?

Ma non basta un avvocato qualsiasi.

Devi affidati a un Avvocato esperto di questa materia.

Potrai beneficiare anche tu, come Giovanni, di questa procedura, ancora poco conosciuta e che in pochi sanno applicare al meglio.

Leave a Reply